Mindfulness: la serenità a portata di respiro.

Cosa è la Mindfulness?

Mindfulness significa portare attenzione al momento presente e in modo non giudicante.

Le sue origini derivano dalla filosofia buddhista secondo cui la sofferenza psicologica deriva da una visione errata della realtà che può essere corretta mediante la meditazione.

Possiamo, quindi, lenire la nostra sofferenza acquisendo una corretta visione della realtà nel qui ed ora del momento presente ed acquisendo così la giusta consapevolezza di noi, dei nostri pensieri e delle nostre emozioni.

Il lato negativo della vita non possiamo evitarlo e allora la Mindfulness ci offre una possibilità: fare spazio, lasciar essere, lasciar andare e quindi essere meno condizionati, meno oppressi anche dalle condizioni che ci portano disagio. E facendo questo ci mettiamo nelle migliori condizioni possibili per trovare, quando ci sono, le vie e i modi più efficaci per gestire o risolvere le cause di sofferenza.

Permette, quindi, di comprendere e analizzare la realtà nel momento presente e in modo non giudicante; ci insegna a non respingere e a non negare la dimensione negativa della vita ma a farne motivo di crescita e persino di creatività, aprendoci ad esperienze inaspettate.

È importante, durante la pratica della Mindfulness, lasciare che l’esperienza sia quella che è, momento per momento. Questa propensione al non attaccamento è un modo per lasciarsi andare, lasciando semplicemente che le cose siano come sono.

Perché “la serenità a portata di respiro”?

Il respiro è il ponte fra il nostro corpo e la nostra mente, ed è alla base della meditazione.

Quando ci sediamo ed osserviamo il nostro respiro, stiamo osservando la nostra mente.

È facile notare, quando siamo stressati, in ansia o abbiamo paura per qualcosa o comunque non siamo in pace con noi stessi, che il respiro si agita e diventa più superficiale e rapido.

Quando il respiro è affannoso anche la mente è in affanno. Ma quando il respiro si calma anche la mente lo fa. Infatti, il respiro consapevole è fondamentale per sciogliere blocchi emotivi.

Respirando consapevolmente permettiamo a tutte le varie parti del corpo di respirare.

Quindi, diventare più consapevoli del proprio respiro durante la meditazione significa diventare più consapevoli della propria mente ed in generale di tutto quello che accade dentro di noi.

La Mindfulness è adatta a tutti?

La Mindfulness è adatta a tutti e si applica in tutti i contesti quotidiani e all’esperienza di vita che sperimentiamo tutti i giorni.

Viviamo ormai una quotidianità frenetica, con il pilota automatico inserito, non siamo più in grado di goderci il momento presente in quanto viviamo immersi nelle ansie e nelle preoccupazioni del giorno successivo oppure ancorati alle situazioni del passato.

La vera meditazione, in realtà, è proprio come noi viviamo la nostra vita.

La Mindfulness è uno stato mentale da esercitare in ogni momento, da coltivare in qualsiasi condizione, con apertura della mente a quello che c’è nel momento presente, tornando a godere di ogni istante della nostra giornata, nel qui ed ora.

Quali sono i benefici?

I benefici sono molteplici:

  • Sensazione di maggiore appagamento  
  • Maggiore empatia
  • Riduzione dei disturbi psicosomatici
  • Miglioramento del funzionamento generale del corpo
  • Miglioramento di risposta immunitaria
  • Riduzione del dolore cronico
  • Riduzione della pressione arteriosa
  • Miglioramento della qualità del sonno e della vita
  • Non giudicare e gestire le proprie emozioni

Inoltre, i benefici si riscontrano in vari ambiti, come ad esempio l’ambito professionale:

  • Maggiore consapevolezza delle proprie capacità
  • Miglioramento della gestione emotiva
  • Amento della concentrazione, anche sotto stress
  • Incremento della capacità di gestione delle difficoltà
  • Miglioramento dell’abilità empatica e comunicativa

Possiamo, infine, citare i benefici in gravidanza:

  • Maggiore capacità di gestire le emozioni
  • Stato di consapevolezza e pace interiore
  • Connessione con il bambino
  • Aiuto nell’affrontare le sfide quotidiane
  • Combattere l’insonnia e lo stress
  • Combattere l’ipertensione
  • Combattere il dolore di travaglio e parto

Conclusioni

Kabat-Zinn affermava: “Non puoi fermare le onde, ma puoi imparare a padroneggiare il surf.”. Vi invito, dunque, a sperimentare i benefici della Mindfulness per imparare a navigare tra le onde dei pensieri, delle emozioni… nel mare del qui e ora.

Sitografia

https://mindfulnessitalia.it

https://www.istitutobeck.com/mindfulness/che-cos-e-la-mindfulness

Bibliografia

Maria Beatrice Toro, Claudia Romani, Stefano Ventura (2021) Manuale per istruttori mindfulness. Guida per la conduzione di protocolli per la riduzione dello stress”, Morellini Editore

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altro da scoprire

Blog

L’ansia e le sue emozioni

Il termine ansia deriva dal latino àngere, ovvero stringere, e metaforicamente sembra davvero che l’ansia riesca a stringere nella sua forte presa. Occorre sempre chiedersi,