CYBERSEX? Così chiamano la dipendenza sessuale sul Web

Internet è ampiamente utilizzato nella vita di tutti i giorni, anche per questioni relative alla salute in generale e alla salute sessuale.

Il cybersex è un comportamento comune che si riferisce ad attività basate sul Web orientate alla sessualità che mirano a fornire appagamento erotico o gratificazione sessuale. Il cybersex include varie attività come chat, appuntamenti, giochi di ruolo sessuali, interazioni con la webcam, realtà virtuale e pornografia. Queste attività possono essere classificate come eccitazione solitaria (es. guardare porno), eccitazione in coppia (es. chattare) e attività non eccitanti (es. ricerca di informazioni relative al sesso).

L’uso moderato del cybersex può contribuire all’espansione della conoscenza sessuale e migliorare le interazioni intime offline e le comunicazioni sessuali con i partner. Simile a coloro che si impegnano in altri comportamenti legati a Internet come i giochi, alcune persone possono sviluppare modelli che creano dipendenza con possibili conseguenze negative. Questi modelli sono generalmente descritti come un uso eccessivo e poco controllato di attività sessuali basate su Internet che portano a problemi o compromissione funzionale e persistono nonostante tali difficoltà.

La sessualità umana è un fenomeno complesso, che contiene componenti biologiche, psicologiche, sociali e culturali. Comprende vari aspetti del nostro essere, come atteggiamenti e comportamenti nei confronti della nostra salute sessuale, nonché valori, sentimenti ed esperienze. Gli uomini e le donne differiscono in molti aspetti della loro sessualità – come la reattività sessuale e le preferenze. Ad esempio, le differenze di genere sono visibili nel ciclo di risposta sessuale. Il classico modello lineare a quattro stadi consecutivi (eccitazione, plateau, orgasmo, risoluzione) descrive meglio il ciclo di risposta sessuale maschile, mentre una maggiore variabilità della risposta sessuale femminile ha portato i ricercatori all’introduzione di un diverso modello circolare.

A causa di queste peculiarità nel ciclo di risposta sessuale maschio/femmina, ci si possono aspettare anche differenze di genere nelle caratteristiche correlate allo sviluppo di una dipendenza sessuale online.
Le differenze di sesso nel comportamento sessuale vengono spiegate nelle differenze di ormoni maschili e femminili ma anche negli aspetti emotivi e psicologici del comportamento sessuale. Si sostiene che, nelle donne, la dipendenza dal sesso sia strettamente associata alle prime esperienze traumatiche e anche che le aspettative non soddisfatte da una relazione possono portare a comportamenti sessuali devianti. (Fattore et al.,2014).

Sono vari gli interrogativi in merito alle origini dello sviluppo di tale dipendenza. Tra questi, è stato studiato il ruolo dell’attaccamento. La teoria dell’attaccamento sostiene che come risultato delle loro interazioni infantili con genitori e parenti, le persone sviluppano credenze sulle loro relazioni con gli altri che arrivano a modellare le loro future relazioni e i comportamenti affettivi, intimi e sessuali secondo il proprio stile di attaccamento. 

Ad esempio, uno stile di attaccamento evitante è associato alla presenza di disagio nelle relazioni intime, all’evitamento dell’impegno affettivo e a un possibile aumento della ricerca di interazioni casuali. Al contrario, l’attaccamento ansioso è correlato all’ansia per il rifiuto e l’abbandono, che di conseguenza, potrebbe portare a comportamenti che mirano a garantire l’eccessiva disponibilità e il bisogno di ricevere conferme da parte partner e a verificarne ripetutamente tale sicurezza.
Tali stili di attaccamento, negli adulti, sembrano influenzare le esperienze sessuali, le relazioni intime e i comportamenti e la soddisfazione sessuale.

L’associazione riscontrata con l’attaccamento evitante potrebbe essere spiegata dalla paura delle relazioni strette, che portano ad un aumento delle attività di cybersesso che meno spesso comportano la vicinanza nelle relazioni. Aver interiorizzato un modello mentale di sé come persona “non degna di amore” che può contare solo su se stessa, non aver avuto la possibilità di sperimentarsi relazioni differenti da quelle basate sul rifiuto, l’indifferenza e la validazione di comportamenti da “uomo che non si lascia condizionare dalle emozioni”, contribuisce positivamente al ritiro nella propria zona confort e alla ricerca di gratificazione in quell’area protetta e schiva dai pericoli esterni.

Goodman (1993) ha definito la dipendenza sessuale come l’incapacità di resistere agli impulsi sessuali. Più in generale, parla di dipendenza riferendosi alla presenza di alcuni tra i comportamenti citati di seguito: occupazione regolare di un’attività sessuale che viene preferita ad altre attività; irrequietezza quando non è possibile svolgere attività sessuale; tolleranza a questo comportamento.

Il cybersesso viene spesso utilizzato anche per scopi di coping e gestione dell’umore ( Grubbs, Wright, et al.,2019).  In linea con questa proposizione, diversi studi hanno dimostrato che non solo lo stress, la frustrazione e l’alleviamento della noia sono spesso motivi di dipendenza, ma anche condizioni associate a affetti negativi, come i sintomi depressivi e basso livello di soddisfazione.

Interventi come la riduzione dei livelli di stress, la fornitura di alternative per far fronte all’uso del cybersex e la costruzione dell’autostima attraverso la formazione sulle abilità di vita possono essere mezzi efficaci per intervenire nel trattamento di questa “moderna” forma di dipendenza.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Altro da scoprire

Blog

L’ansia e le sue emozioni

Il termine ansia deriva dal latino àngere, ovvero stringere, e metaforicamente sembra davvero che l’ansia riesca a stringere nella sua forte presa. Occorre sempre chiedersi,